mercoledì 18 settembre 2013

Benvenuti

Ciao a tutti,
il mio nome è Roberta, ho 28 anni e sono abruzzese.
Non ho un lavoro fisso e di conseguenza mi adopero per non stare con le mani in mano.
Ad esempio scrivo ricette light per il sito Ricette Calorie, in primavera lavoro in una giardineria e su richiesta faccio anche la babysitter.
Ho studiato all'Accademia di Belle Arti di Urbino e mi sono laureata nel 2011 in Scenografia. Ma il Teatro non ha trovato pane per i suoi denti a Merano (dove vivo attualmente), il "volontariato teatrale" esiste ma non fa più per me.

Al contrario, la cucina e il cibo hanno avuto nella mia vita una presenza (e un'influenza) importante e costante.
Mia madre, una piccola maga dei fornelli, non ci ha fatto mai mancare niente.

Purtroppo, e dico PURTROPPO, dopo l'adolescenza ho cominciato ad ingrassare come una balenottera, e di certo non mangiavo poco. Anzi, mangiavo sempre e di tutto!

A 22 anni sono arrivata a pesare 93 chili
, l'altezza invece è rimasta sempre la stessa: un metro e cinquantasei. Inutili si sono rivelate le primissime diete: la mia testa non voleva saperne e la tentazione di mangiare e cucinare era sempre altissima.

Alla fine un bel giorno mio padre mi minacciò e mi disse che era ora di mettersi seriamente a dieta. Più crescevo di età e più crescevo di larghezza, senza calcolare che i miei piccoli piedi (solo 35 di scarpe) dovevano sopportare 93 chili. Morale della favola: dopo 10 minuti di passeggiata ero a pezzi!

Mi disse che se non mi facevo aiutare mi avrebbe mandato in clinica e non avrei continuato a studiare (all'epoca frequentavo l'Accademia di Belle Arti).
PS: forse non lo avete capito, ma mio padre è un tipo che non scherza.

Mi misi di nuovo a dieta optando per un percorso fai da te. Scesi 10 chili ma poi dovetti consultare un nutrizionista, la motivazione molto semplice: stavo commettendo gli stessi errori del passato.

Con il nuovo “regime alimentare” sono riuscita a perdere altri 25 chili nel corso di 3 anni e mezzo. Non è stato semplice ma, pian pian, cambiando il modo di mangiare, sono riuscita a scendere di peso.
Una dieta lunga in cui ho capito come mangiare e, naturalmente, ad essere anche un pochino più furba. E questo grazie al nutrizionista che mi ha mostrato la strada del mangiar bene, rilassando la mente senza fare troppi sacrifici.

All'inizio (parliamo dei primi mesi) è stato molto difficile, ma poi ho sentito che pian piano il mio stomaco si rimpiccioliva. Seguii la dieta del nutrizionista per un anno e mezzo, ma la seguii proprio alla lettera!
Continuai a scendere di peso cominciando a praticare un po' di sport, a fare del movimento e a continuare a preservare il mio equilibrio alimentare.

A 25 anni arrivai a pesare 60 chili, ora ho 28 anni e prima di queste vacanze pesavo 58 chili. Adesso oscillo tra 59 e 60 chili.

Il mio obiettivo non è stato ancora raggiunto: 55 chili!

I consigli che posso dare a chi decide di intraprendere la mia stessa strada sono: pazienza, forza di volontà e il supporto di un nutrizionista.


Perché il blog?

Ero triste quando cominciavo una dieta e sono triste quando mi dico "no, non puoi mangiare questo!” mentre l'altra Roberta mi sussurra "mangialo pure, tanto cosa vuoi che ti faccia??".
Alla luce della mia esperienza, raccontare la mia dieta e costruirci un bel diario può servire a me e può essere utile a tante altre persone, soprattutto a tutte quelle ragazze che, incuranti dei consigli dei propri genitori, pensano solo che non capiscano niente.
Ma io ce l'ho fatta, e se c'è l'ho fatta io possono riuscirci tutti!

La mia salute è migliorata tantissimo. Al diavolo l'aspetto fisico, non ho mai avuto problemi a trovare un fidanzato!

Quello che vi offro in questo blog sono ricette light sperimentate e provate personalmente: esperimenti culinari per piatti golosi e non troppo grassi. Il diario di una vita a dieta per suggerimenti, consigli e tutto quello che mi passa per la testa.


Buona spulciata!